lunedì 7 maggio 2018

Miracoloso Boom / 1

Inaugura la rassegna su Boom Economico e commedia all'italiana
con gentile partecipazione della Professoressa Elena Mosconi


Il Boom

Fare il salto, diventare un nuovo ricco, è lo scopo di Giovanni (Alberto Sordi). D'altronde sono gli anni Sessanta italiani del Miracolo Economico: dove tutto vola, tutto cresce, tutto appare possibile. Peccato che la sua attività di appaltatore edilizio stia in piedi unicamente a cambiali false e ad assegni a vuoto. Inguaiato sempre più dai debiti, ma teso a soddisfare le puntuali pretese di bella vita della moglie Silvia (Gianna Maria Canale), Giovanni vorrà entrare nelle grazie dei veri alto-borghesi capitalisti, anche al rischio della più impensata e permanente umiliazione individuale.

Il Boom (uscito proprio nel pieno degli anni fondamentali dello sviluppo nazionale) è tra i film che si possono definire più acuti e folgoranti a posteriori. Tanto malissimamente accolto all'epoca per la sua anima indecente, quanto enormemente rivalutato presto per la potenza retorica della sua critica, quest'opera di Vittorio De Sica vale nel suo aver immediatamente colto e ritratto come gli abbagli e le malriposte speranze siano il pane costante dell'italiano medio moderno, sempre confusamente prono a lasciarsi offuscare la vista.
Soggetto e sceneggiatura del gigantesco Cesare Zavattini. Alberto Sordi in uno dei suoi personaggi forse più viscidi ma certamente apicali dell'intera carriera.


con Alberto Sordi, Anna Maria Canale, Elena Nicolai, Ettore Geri
Il Boom di Vittorio De Sica, Italia, 1963, b/n, 93min